Officina San Pancrazio, per chi del girarrosto non è mai sazio

Cartellino che indica il numero del tavolo e l'insegna di Officina

Sempre più in voga i ristoranti monotematici – solo riso, solo crudo, solo verdure -, ma sempre più raro trovarne di buoni. Eppure, voglio dire, se decidi di fare soltanto una cosa dovresti farla come Dio comanda, o sbaglio?

Officina ci riesce, e vista la carestia nello scovare posti meritevoli, non posso che parlarvene con entusiasmo.
Siamo poco lontani da Firenze, venti minuti circa di macchina, a San Pancrazio, vicino a San Casciano, direzione Certaldo.
Officina è di Yves, francese trapiantato ormai da molti anni in Italia, con la passione per la buona tavola e, soprattutto, per la carne sul girarrosto e sulla brace.

Immagine di un arrosto girato con carne mista e pane
Qui ad Officina, infatti, la parola d’ordine è “arrostire”, che sia agnello, manzo, maiale o pollo, e farlo in una maniera ineccepibile, perchè solo questo viene offerto e deve essere al top.

Interno di Officina a San Pancrazio con quadri e fotografie particolari
Si può mangiare – in tavoli spesso comuni nel nome della convivialità – sia all’interno, in ciò che prima era una carrozzeria – e da qui il nome Officina –, in un ambiente arredato con grande personalità, colore e calore, tra foto di star del cinema e dello sport e quadri particolari, oppure nella veranda che guarda le morbide colline circostanti ed il paese di San Pacrazio, dove nella stagione calda, sia di giorni che di sera, si tocca il cielo con un dito.

Immagine dell'estero di Officina in cui si vede la ex officina e lo spazio all'aperto con i tavoli
Il menù è piccolo e non contempla pasta. “Tutti la fanno qui in zona”. Ci racconta Yves. “Che senso avrebbe?”. Ed in effetti…
Si può così scegliere tra grigliate o arrosto girato, che soprattutto la domenica Yves propone ai suoi ospiti. Per chi non lo sapesse l’arrosto girato, tradizione toscana, è un lungo spiedino composto da carne mista come maiale, pollo, fegatini, piccione e pane, che acquista il sapore ed il profumo della carne con cui viene cotto.

Un ricco piatto di carne mista alla brace
Alla griglia si possono trovare il petto di pollo che consiglio vivamente, tenero e saporito, la salsiccia, la rosticciana, la bistecca, morbida e di carattere, l’agnello, anche questo davvero eccellente, l’arista di maiale ed altre tipologie, in base alla disponibilità giornaliera.
La carne proviene tutta da un macellaio che Yves ha scelto come suo unico fornitore, Morandi a Tavarnelle, mettendo così in luce la sua idea di km zero e di promozione del territorio. Ad accompagnare la grigliata o il girarrosto verdure e patate, gustosissime, cotte alla brace nella loro buccia.

Una ciotola piena di polpettine fritte fumanti
Per chi lo desidera c’è anche qualche antipasto: noi abbiamo optato per delle polpettine fritte servite con una saporita e piccante crema di peperoni, e crostini con salsiccia e stracchino, entrambi godibili e sfiziosi.

Schiaccia fatta in casa

 

 

 

 

 

 

 

La scelta dei vini è piccola, ma quello della casa, altra rarità, si fa volere particolarmente bene: dell’azienda locale Casalvento ha un bel naso fatto di frutta fresca ed inebriante, ed una bocca capace di accompagnare alla perfezione le delizie di Yves.

Polpettine e crostini, tre calici di vino più che abbondanti, schiaccia fatta in casa, una grigliata generosa per due con maiale, agnello, pollo e manzo, patate, cipolle e peperoni, oltre a due caffè, 25 euro.

Per seguire gli eventi e restare sempre aggiornati la loro pagina facebook è molto attiva.

Indirizzo: Via Certaldese, 42 A, 50020 San Pancrazio FI

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.